Il sogno di un'Europa libera e unita

E’ nell’esperienza dell’antifascismo e della Resistenza europea e italiana al nazifascismo che vanno ricercate le radici e il significato del progetto di un’Europa libera e unita, coltivato dagli antifascisti al confino sin dal Manifesto di Ventotene di Altiero Spinelli (1944) come risposta ai nazionalismi, ai populismi e alle guerre che hanno insanguinato l’Europa e il Mondo nella prima metà del ‘900.
Quelle esperienze portarono il nostro Paese ad essere - al termine della guerra e della stesura della nuova Costituzione, nata dalla Resistenza - uno dei sei Paesi fondatori del progetto europeo.
La lapide posta a Milano in via Poerio ci ricorda che il Movimento Federalista Europeo venne fondato, nell’estate del 1943 e dunque nel pieno della Guerra, proprio nella nostra Città, da personaggi illustri e visionari quali Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi, che avevano subito la repressione e il confino fascista.
La valorizzazione e il rilancio del progetto europeo costituisce la più importante risposta ai populismi e ai nazionalismi oggi emergenti in Italia e in Europa. In questa luce, le iniziative di Bella Ciao Milano "Victory in Europe Day" hanno un carattere fortemente europeista e sono organizzate con il coinvolgimento di giovani attivisti, esponenti dei partiti europei che aderiscono al PSE e di rappresentanti delle Istituzioni europee.
profilopartigiani1000

StampaEmail